Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento della pagina acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Seguici su

Relazione commissione di indagine - Aral

Grazie Presidente,
Prima della lettura di questa relazione su fatto specifico, voglio ringraziare personalmente tutti i membri della Commissione di controllo sulle partecipate che mi hanno supportato e mi hanno dato la loro collaborazione con il solo fine di perseguire gli interessi dei cittadini di Alessandria. A dimostrazione del fatto che, quando si lavora con un unico obiettivo, non solo arrivano  i risultati, ma viene rispettato il mandato che i rispettivi elettori hanno conferito ai loro eletti.
Rivolgo, a nome di tutta la commissione, i ringraziamenti al personale degli uffici preposti a supporto dei componenti della commissione, per la pazienza, disponibilità e cortesia dimostrata e per il grande aiuto a noi fornito durante i lavori.

L’efficacia di questa commissione è ormai un qualcosa di consolidato, comprovato dalla bontà del lavoro svolto fin dalla presentazione della prima relazione esposta e dibattuta sulla partecipata Amag, concretizzatosi nella modifica del Regolamento del Consiglio Comunale avvenuta nello scorso consiglio del 03/07/2014. Se questa modifica fosse stata fatta prima lo scenario che ora vi descrivo non sarebbe avvenuto o almeno il consiglio sarebbe stato informato.

 Nella recente audizione dei vertici ATM in Commissione Bilancio abbiamo appreso che la partecipata ATM, che non gode certo di ottima salute, da un capitale sociale di oltre 13 milioni di euro (circa 140 ad azione per ogni cittadino di Alessandria) dopo due perdite realizzate negli esercizi 2012 e 2013 si è passati a un capitale sociale di soli 544.000 euro (circa 5 euro ad azione per ogni cittadino). Questa decisione è stata presa dal Consiglio comunale dopo una preventiva informazione? No! neanche lo sapeva! Da una Delibera di Giunta? Non risulta! Ma dall'assemblea dei soci cui ha partecipato il sindaco o suo delegato per curare gli interessi dei 95.000 cittadini circa. La commissione, visto il punto 2 della legge 7 Dicembre 2012  ( che ha convertito il DL 10 Ottobre n. 174) recante disposizioni in materia di finanza e funzionamento degli Enti Locali, in cui si prevede fra l'altro “un idoneo sistema informativo finalizzato a rilevare i rapporti finanziari tra l'Ente proprietario e la società”, ha ritenuto opportuno informare  questa assemblea, evidenziandone la centralità del ruolo, su un fatto ben specifico, che ha monopolizzato l’attenzione e i media di questa città nei mesi scorsi. Ciò è stato possibile dopo un’accurata analisi dei fatti, sulla cui base la commissione ha redatto questa relazione, che ritengo meriti la vostra attenzione.

Concludo e passo alla lettura Presidente, la maggior parte delle partecipate di tutta Italia hanno subite la stessa sorte, la commissione che è stata costituita da questa amministrazione, dopo questa relazione su fatto specifico, sta completando l’analisi ed il controllo di tutta la filiera dei rifiuti. Sta portando a termine un lunghissimo lavoro che trasformerà in una corposa relazione e che a breve verrà messa a disposizione di tutti. Non so se un lavoro così attento e puntuale sia mai stato fatto nel passato e che potrà essere preso come indirizzo nella ricerca e individuazione di quali errori sono stati fatti, per non ripeterli più. Grazie

1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

SEGUI IL MOVIMENTO SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA

Movimento 5 Stelle Alessandria - e-mail: staff@alessandria5stelle.it telefono: +39 3317007970 (scrivici un sms per essere ricontattato)