Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento della pagina acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Seguici su

L’Europa nega il finanziamento al Terzo valico; il Comune di Alessandria concede le nostre cave per lo smaltimento dei materiali di scavo.

Ne parleremo Venerdì 10 Luglio ad Alessandria in Agora con i Portavoce del M5S: On.Luigi Di Maio,Vicepresidente Camera dei Deputati; On. Laura Castelli; Senatore Marco Scibona.

 

La Commissione Europea ha escluso il Terzo Valico dalle opere da finanziare.

Fin dal marzo 2014, il Comitato NO TERZO VALICO ha sempre rimarcato, sulla base di evidenze facilmente dimostrabili, che l’Europa non ha mai chiesto la realizzazione di quest’opera. A gennaio 2015, sempre lo stesso Comitato di cittadini, ha diffuso il parere espresso dalla Commissione Europea sul Terzo Valico, secondo il quale si tratta della più costosa fra le opere di cui sia stato chiesto il finanziamento dagli Stati membri dell’UE.

 

Considerando il contemporaneo, modestissimo (rispetto al valore complessivo del lavoro a carico del nostro paese) contributo Europeo erogato al TAV, diventa evidente come il sostegno dell’Europa a queste grandi opere sia molto più limitato di quanto ci voglia far credere il Governo Italiano.

 

Il Sindaco di Alessandria, con la deliberazione 114 del 22.04.2015, ha disposto che il sito di un’ex area di cavaa Spinetta Marengo,già esposta a graverischio di potenziale contaminazione delle importanti falde acquifere sottostanti, venga chiuso con materiali derivanti dai lavori di scavo del primo lotto del Terzo Valico. Il sito è quello interessato dal discusso progetto A.R.AL. che prevede la realizzazione di una discarica di inerti ed assimilabili. Il progetto, sia nella prima versione del Luglio 2013, che nella successiva integrata a febbraio 2014, presentava un vasto elenco di Codici CER relativi a rifiuti industriali, tra i quali, molti allarmanti dal punto di vista ambientale e della salute pubblica.

 

Quale migliore occasione se non l'Agora pubblica in piazza, per parlare di TERZO VALICO, cave alessandrine, smaltimento inadeguato dei rifiuti industriali.... e altri argomenti che, come questi, interessano la nostra vita quotidiana e il futuro dei nostri figli.

 

Ricordiamo l’appuntamento con l’Agorà del Movimento 5 Stelle di Alessandria

Venerdì 10 luglio alle 21,00

in Piazza Marconi – Alessandria

 

I cittadini potranno così incontrare i Portavoce del M5S:

Onorevole Luigi Di Maio, Vicepresidente della Camera dei Deputati

Onorevole Laura Castelli

Senatore Marco Scibona

Eurodeputato Tiziana Beghin

Consigliere Regionale Paolo Mighetti

 

Dalle 19sarà già possibile trovarsi per un aperitivo al Ristorante Arcimboldo (Via Legnano, a due passi da Piazza Marconi). Saranno presenti anche iConsiglieri Comunali Andrea Cammalleri, Domenico Di Filippo, Angelo Malerba, Fabrizio Gallo.


 

Alessandria, 8 Luglio 2015 Movimento 5 Stelle Alessandria

 

1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

Dall'Europa nessun finanziamento per il Terzo Valico

Per il tanto decantato progetto del Terzo valico, protetto da legge obiettivo, sono stati stanziati dall’Unione Europea zero fondi.

Ne parleremo il 10 luglio ad Alessandria in Agora con i Portavoce del M5S: Vicepresidente Camera dei Deputati, On. Luigi Di Maio; On. Laura Castelli; Senatore Marco Scibona.

Si è appresa in questi giorni la decisione della Commissione Europea di escludere il Terzo Valico dalle opere da finanziare.

Fin dal marzo 2014, il Comitato NO TERZO VALICO ha sempre rimarcato, sulla base di evidenze facilmente dimostrabili, che l’Europa non ha mai chiesto la realizzazione di quest’opera. A gennaio 2015, sempre lo stesso Comitato di cittadini, ha diffuso il parere espresso dalla Commissione Europea sul Terzo Valico, valutatolo come la più costosa fra le opere di cui sia stato chiesto il finanziamento dagli Stati membri dell’UE.

Considerando il contemporaneo, modestissimo (rispetto al valore complessivo del lavoro a carico del nostro paese) contributo Europeo erogato al TAV, diventa evidente come il sostegno dell’Europa a queste grandi opere sia molto più limitato di quanto ci voglia far credere il Governo Italiano.

Quale migliore occasione se non l'Agora pubblica in piazza, per parlare di TERZO VALICO, cave alessandrine.... e altri argomenti che, come questi, interessano la nostra vita quotidiana e il futuro dei nostri figli.

1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

Gli abusi edilizi intorno alla Cittadella

Per favoree SEL... pensaci ancora tu!

Da un comunicato stampa diffuso di recente ai media locali, noi del Movimento 5 Stelle, così come ogni altro alessandrino che lo abbia letto, abbiamo appreso di dover essere grati a Sinistra Ecologia e Libertàper averci restituito “il parco pubblico urbano”. Si sta parlando dell’area contigua alla Cittadella, compresa fra i due distributori di benzina e lo spazio asservito al centro commerciale Self, che era stata abusivamente ricoperta di bitume ed asfaltata dalla proprietà.

Questo “tempestivo” intervento ha dunque ripristinato la legalità. Certamente, anche voi di SEL avete dovuto penare non poco...la vostra interpellanza presentata nel 2014 è stata accolta solo un anno dopo. Ritenetevi però fortunati, al Movimento 5 Stelle è andata decisamente peggio!

Già nel Novembre del 2012, a pochi mesi dal nostro ingresso in Consiglio Comunale, abbiamo segnalato la pericolosa espansione della zona commerciale a ridosso della Cittadella. Zona commerciale che, grazie ai soldi del PISU, avrebbe ottenuto la realizzazione di parcheggi di ampie dimensioni sulle zone denominate “spalti”.

Chissà se la nuova normativa di tutela della zona circostante la Cittadella, approvata da questa Amministrazione, non è anche il risultato di una costante “pressione” proveniente dalle associazioni in difesa della Cittadella e dal M5S che, da sempre, si propone di tutelare la fortezza e di combattere gli interventi inutili e dannosi inseriti nel PISU. A differenza di quell’opposizione che, per apparire nuova agli occhi degli elettori, si sveglia solo ora e per scagliarsi contro il PISU, avendo sostenuto la maggioranza che lo aveva fortemente voluto realizzare così com’era stato partorito dai suoi predecessori.

1 1 1 1 1 Rating 1.00 (1 Vote)

Alessandria e l'emergenza immigrati

Il M5S sollecita l’Amministrazione a fornire risposte precise alle domande dei cittadini

 

"Il flusso migratorio si concentra in particolare in Italia dove il riconoscimento dello status di profugo richiede mesi se non anni quando viene fatto ricorso e questo i clandestini lo sanno bene... E di fronte a questo imbuto senza sfogo l'unica cosa che il governo è capace di fare è di smistare gli immigrati nei piccoli centri di provincia dove in qualche caso sono più dei residenti. Queste persone non hanno un'attività, non parlano italiano e generano, non per colpa loro, tensioni sociali."(Beppe Grillo)

Alessandria è un piccolo centro capoluogo di provincia; cittadini residenti e commercianti hanno iniziato a farsi domande su come e in che misura l’emergenza migranti possa andare ad impattare sulla qualità della vita sociale ed economica della loro città.

Non abbiamo trovato parole migliori di quelle usate da Beppe Grillo, per esprimere lo sgomento del Movimento 5 Stelle di Alessandria di fronte alla totale assenza di informazione e trasparenza sul tema dell’accoglienza, a livello locale, dei richiedenti asilo che si stanno affollando senza sosta davanti alle coste italiane.

I nostri Consiglieri comunali, partecipi di questa preoccupazione, hanno richiesto, ma non ancora ottenuto, la convocazione in sessione straordinaria e congiunta, delle Commissioni consiliari Politiche Sociali e Sanitariee Sicurezza e Ambientepresiedute rispettivamente daMariarosa Procopioe Daniele Coloris.Il M5S ha individuato nella Commissione congiunta lo strumento più rapido ed utile per fare chiarezza sull’esistenza e sui contenuti del Piano di accoglienza previsto da questa Amministrazione: flussi di migranti, strutture d’accoglienza, soggetti attori nell’erogazione dei servizi specifici, analisi dei costi documentati contabilmente.

1 1 1 1 1 Rating 1.00 (1 Vote)

SEGUI IL MOVIMENTO SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA

Movimento 5 Stelle Alessandria - e-mail: staff@alessandria5stelle.it telefono: +39 3317007970 (scrivici un sms per essere ricontattato)