Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento della pagina acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Seguici su

Comune prenda le distanze da malaffare Terzo Valico e si costituisca parte civile contro COCIV

Dal cantiere del Terzo Valico al cantiere dell’illegalità il passo sembra breve: le numerose ipotesi di reato che gravitano attorno a questa maxi opera, che il Movimento 5 Stelle ha sempre definito inutile e dannosa, non lasciano certo ben sperare per il futuro. Per questo, è necessario che il Comune si costituisca parte civile nei processi che riguardano il Terzo Valico: questo l’oggetto della mozione presentata da Andrea Cammalleri, capogruppo del M5S al Comune di Alessandria.

È infatti lunga la fila di inchieste che mettono in luce probabili illeciti, in vari campi: corruzione, turbativa d'asta per le gare di appalto, direzione dei lavori, assegnazione dei subappalti con possibile rischio di infiltrazioni mafiose, violazione delle norme di sicurezza, inadeguatezza dei materiali impiegati, gestione delle terre da scavo, etc. Senza contare le sconcertanti intercettazioni telefoniche sulla presenza delle fibre di amianto e sul problema sicurezza, che evidenziano in quali mani siamo. Ricordiamo, tra tutti, la tristemente nota frase proferita da Ettore P­agani, ex direttore del Cociv: “C'è l'amianto? Tanto la malattia arriva tra trent'anni...”

In uno scenario del genere, inquietante e dai troppi lati oscuri, ci stupisce che Sindaco e Giunta non abbiano ancora preso le distanze da tutto ciò con un atto forte e deciso. Per questo, oltre a continuare a sostenere che il Sindaco possa bloccare i conferimenti di terra e amianto nelle cave alessandrine semplicemente applicando il principio di precauzione, chiediamo che il Comune si costituisca parte civile in ogni processo derivante da situazioni di illegalità riferite direttamente o indirettamente alla realizzazione del Terzo Valico emerse nelle inchieste, comprese quelle future. È ora che il Comune prenda una posizione chiara. Stare fermi significa diventare complici di chi mette a rischio la salute degli alessandrini”: questo il commento di Cammalleri.

La realizzazione del terzo valico impatta notevolmente il territorio di Alessandria, per la gestione delle terre da scavo ed il loro conferimento, già in essere in zona Cristo presso la cava “Clara e Buona”, di centinaia di migliaia di metri cubi di smarino di varie provenienze (tra le quali lo scavo della finestra Castagnola, attualmente fermo per l'alta presenza di amianto), sia attraverso il passaggio sulle nostre strade di centinaia di camion che potrebbero disperdere nell’aria fibre di amianto e causare seri danni alla salute della cittadinanza.

1 1 1 1 1 Rating 5.00 (1 Vote)

L'uscita dal dissesto è una favola! Ecco le prove.

Alleghiamo il report realizzato dal Gruppo Bilancio M5S Alessandria, che mostra i numerosi debiti che il Comune non ha inserito a bilancio, almeno 12 milioni.
Tutto nasce dai debiti gestiti dall'organismo speciale di liquidazione, restituiti nell'ambito della gestione ordinaria ma non inseriti nel bilancio di previsione. Il risanamento dei conti è quindi solo una favola strumentalizzata a fini elettorali.
Chiediamo chiarezza su tutti i conti extra-bilancio e per questo informeremo la Corte dei conti.

Relazione chiusura dissesto Alessandria
 Allegato tabelle alla relazione Alessandria

 

Alessandria, 31 Marzo 2017 Movimento 5 Stelle Alessandria

 

 
1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

Massima vicinanza a lavoratori Amag Mobilità. Silenzio del Comune inqualificabile ed imbarazzante.

Il Movimento 5 Stelle di Alessandria esprime la massima vicinanza ai lavoratori di Amag Mobilità, che in queste ore  stanno lottando per difendere il loro posto di lavoro, messo a repentaglio dall'indifferenza di chi ha amministrato la città negli ultimi anni.
Come al solito, si generano situazioni di crisi per poi lavarsi le mani quando di  mezzo ci sono le sorti delle circa 200 famiglie coinvolte. Il silenzio del Comune in questa vicenda è inqualificabile ed imbarazzante. Con quale coraggio queste persone chiederanno il voto degli alessandrini il prossimo 11 giugno?

1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

Ditte inaffidabili giocano con la salute degli alessandrini. Stop a sversamenti Terzo Valico.

Oggi Cociv, compiendo un atto dovuto, ha denunciato la presenza di "materiale giallo" di dubbia provenienza nel sito Clara e Buona. C'è poco da rallegrarsi: si tratta dell'ennesimo campanello d'allarme   dopo una lunga sequenza di probabili illeciti, indagini, intercettazioni inquietanti e allarmanti dati sullo stato delle acque ricche di amianto, che riguardano lo smarino del terzo valico riversato nelle cave alessandrine. A questo punto, possiamo fidarci di questa gente? Stanno operando con senso di responsabilità, tutelando il territorio? Tutto fa sospettare il contrario.
Per questo, serve subito un'ordinanza di stop ai conferimenti, carotaggi in profondità per verificare cosa è stato sversato finora. Il Comune si costituisca parte civile nel processo contro Cociv, se ha davvero a cuore il territorio. Il principio di precauzione andrebbe applicato sempre, soprattutto se è in gioco la salute dei cittadini.

Dichiarazioni Assessore Lombardi su stop conferimenti
 

Alessandria, 30 Marzo 2017 Movimento 5 Stelle Alessandria

 

1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

SEGUI IL MOVIMENTO SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA

Movimento 5 Stelle Alessandria - e-mail: staff@alessandria5stelle.it telefono: +39 3317007970 (scrivici un sms per essere ricontattato)