Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento della pagina acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Seguici su

Il bilancio non convince Roma

Già..infatti non aveva convinto nemmeno noi!

Secondo il quotidiano La Stampa (articolo del 30/11 scorso) il Ministero degli Interni avrebbe espresso tutte le sue perplessità sulla legittimità, in termini di principi generali di contabilità pubblica (unità, annualità, universalità ed integrità, veridicità, pareggio finanziario e pubblicità) degli ormai celeberrimi 32 milionidi euro inseriti nella sezione entrate del Bilancio di Previsione stabilmente riequilibrato (ma, citando l'articolo, “assolutamente non riequilibrato”). E non solo; secondo La Stampa tali dubbi sarebbero stati comunicati all'Amministrazione Comunale di Alessandria, sin dal 21 novembre.

Non è elegante dire: avevamo ragione noi, ma, a volte, serve farlo!

Il M5S aveva più volte segnalato (prima in Commissione Bilancio, poi in discussione in sede di Consiglio Comunale il 14 e 15 ottobre) comel'inserimento di tale posta in entrata fosse palesemente azzardata, sia sotto il punto di vista delle probabili osservazioni che avrebbe avanzato il Ministero (sull'assoluta incertezza nel “quantum” e nei tempi di reale entrata), sia sotto quello da noi evidenziato, di come tale debito verrebbe pagato comunque dal Comune (“entrata = spesa per pagarla”- una partita di giro insomma).

1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

Teatro comunale: il M5S chiede spiegazioni sul coinvolgimento della corte dei conti da parte della giunta

Sono trascorsi più di tre anni dalla chiusura del Teatro Comunale di Alessandria, avvenuta a causa di una dispersione di fibre di amianto, fuoriuscite all’interno delle sale, durante i lavori in corso nella centrale termica.

Più di tre anni e ancora molti sono i dubbi e le incertezze sulle responsabilità che hanno portato alla chiusura del Teatro, al licenziamento di tutti i suoi dipendenti e all’impoverimento della vita culturale della città, per la mancanza del teatro e di tre sale cinematografiche.

L’articolo apparso su “La Stampa” il 3 Ottobre scorso, nel quale si afferma che “la procedura di affidamento dei lavori potrebbe (…) non aver rispettato il procedimento amministrativo previsto dal codice degli appalti pubblici” e che “l’attuale Amministrazione Comunale avrebbe inviato alla Procura della Corte dei Conti, documenti contenenti alcune criticità”, alimenta ulteriormente questo clima di ambiguità e indeterminatezza. Clima aggravato dall’assenza di una qualsiasi nota ufficiale, che spieghi le azioni intraprese dal Comune in risposta all’articolo stesso.

1 1 1 1 1 Rating 5.00 (1 Vote)

Il M5S ottiene una commissione ad hoc sulle mense scolastiche

Finalmente in Comune si affronterà in modo serio e approfondito, lontano dal caos e dalle urla, la situazione delle mense scolastiche, nelle quali la qualità dei pasti erogati si è abbassata in misura molto significativa, con l’aggravante della contestatissima scelta alimentare del piatto unico, proposto per di più al costo del pasto completo.

Ieri sera il M5S ha ottenuto che si costituisca una Commissione congiunta ad hoc fra quella “Affari Istituzionali” e la “Politiche sociali e sanitarie” per sviluppare un tema di cui il M5S si è fatto carico nel rispetto di una delle fasce più delicate della popolazione: i bambini. I bambini di oggi, la città di domani.

La Commissione sarà un luogo in cui parlare in modo civile ed incontrarsi, fra comitati di genitori, ASL e tutti gli altri soggetti che abbiano voce in capitolo sul tema delle mense scolastiche, per dare risposte risolutive per la tranquillità ed il benessere dei bambini.

1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

Il M5S risponde alla “minaccia” del sindaco al capogruppo Malerba

Nel Consiglio Comunale di giovedì 7 Novembre, Angelo Malerba, Capogruppo del Movimento 5 Stelle, aveva chiesto chiarimenti all’Amministrazione, attraverso un’interpellanza in merito all’impatto del progetto di ARAL per una nuova discarica a Spinetta Marengo (Zona Cascina Guarasca), sull’ambiente, la sicurezza stradale e la salute pubblica della zona.

In fase di “soddisfazione” per la risposta ricevuta, il consigliere Malerba aveva per prima cosa ringraziato l’assessore Lombardi per la disponibilità ad approfondire le criticità del progetto ed eventualmente fermarlo.

Quindi aveva ricordato a tutti, altresì, che, invece, nel Verbale della Conferenza dei Servizi della Provincia di Alessandria - 17 Ottobre 2013 (oggetto: Istanza di autorizzazione per la gestione di rifiuti - art.208 D.lgs 152/2006- e contestuale domanda di pronuncia di compatibilità ambientale - art.23 D.lgs 152/2006 e s.m.i. (successive modifiche ed integrazioni) e art.12 L.R.40/98 - per la realizzazione di una discarica per rifiuti inerti ed assimilabili agli inerti secondo le specifiche del D.Lgs 36/2003 in località Cascina Guarasca in Fraz. Spinetta Marengo, Alessandria. Proponente: ARAL S.P.A.) si dichiara la volontà del Comune di esprimere parere positivo al progetto di ARAL.

1 1 1 1 1 Rating 4.50 (2 Votes)

SEGUI IL MOVIMENTO SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA

Movimento 5 Stelle Alessandria - e-mail: staff@alessandria5stelle.it telefono: +39 3317007970 (scrivici un sms per essere ricontattato)