Seguici su

Modifica Progetti PISU

Il P.I.SU. (Piano Integrato di Sviluppo Urbano) venne presentato alla Regione Piemonte dall’Amministrazione Fabbio il 25/01/2011 con obiettivi quali “la riqualificazione di spazio pubblico di aree degradate finalizzata allo sviluppo economico, sociale, ambientale e culturale, la promozione della mobilità urbana sostenibile; lo sviluppo di servizi urbani efficaci e facilmente accessibili online; la promozione di un’offerta di attrezzature per preservare e valorizzare il patrimonio culturale e degli spazi verdi; il miglioramento delle infrastrutture economiche; la promozione della cooperazione tra partner locali (imprese, sindacati, università, ONG, istituti di formazione, comunità locali, ecc.); il sostegno all’economia locale anche mediante agevolazioni agli investimenti produttivi; il miglioramento della coesione sociale."
Tante belle parole che nella realtà si traducevano in asfaltature di tratti stradali, realizzazione di rotonde e creazione di nuovi parcheggi.

Non solo, ma come riqualificazione della “Cittadella” veniva proposta la costruzione di un parcheggio proprio a ridosso dei bastioni e la realizzazione di un impianto elettrico di dubbia compatibilità con la storicità dell'edificio.

Non c’era traccia in questo piano di un vero rilancio economico e culturale dei due borghi (Borgo Rovereto e Borgo Cittadella) e per questo motivo durante un incontro pubblico organizzato dal M5S sul ponte Meier (20/11/2012) l’Assessore Ferralasco, dietro nostra sollecitazione, si impegnò a rivedere i progetti per modellarli ai bisogni dei due borghi.
L’esigenza della mozione nacque per spingere la Giunta a modificare i progetti contenuti nel P.I.S.U., renderli rispondenti alle esigenze della popolazione e soprattutto apprezzati e condivisi dai cittadini.
Ad oggi non solo la mozione non è stata ancora discussa, ma nessun progetto appartenente al P.I.S.U. è stato modificato.

logo ms-wordModifica progetto PISU

 

logo pdfDossier sul Pisu logo pdfScheda 1-A1.1
logo pdfScheda 2-A2.1 logo pdfScheda 3-A3.1
logo pdfScheda 4-B1 1 logo pdf Scheda 5-B1.2
logo pdfScheda 6-B2.1 logo pdfScheda 7-B2.2
logo pdfScheda 8-B2.3 logo pdfScheda 9-C1.1
logo pdfScheda 10-C2.1 logo pdfScheda 11-C3.1
logo pdfScheda 12-C3.2 logo pdfScheda 13-C3.3
logo pdfScheda 14-D1.1  

 

 
1 1 1 1 1 Rating 4.20 (5 Votes)
Avvertenze Avvertenze da leggere prima di intervenire
  • viagra

    12-03-2017 15:08:21

    Pills and other to smoke or that college students For or kidney problems your.

    Rispondi

  • BennyGix

    21-06-2017 15:46:03

    wh0cd266697 [url=http://ipratropiumalbuterol.us.com/]ipratropium albuterol[/url] [url=http://zoloftgeneric.us.com/]Zoloft Generic[/url]

    Rispondi

  • KennethacceP

    21-06-2017 16:04:58

    wh0cd9878 [url=http://elimite.us.org/]elimite[/url] [url=http://doxycyclinemonohydrate.us.com/]doxycycline monohydrate[/url]

    Rispondi

  • EugeneMig

    21-06-2017 23:04:07

    wh0cd9878 [url=http://buyindocin.us.org/]Buy Indocin[/url]

    Rispondi

  • AaronOpest

    22-06-2017 16:02:47

    wh0cd135337 [url=http://provera10mg.us.com/]Provera 10 Mg[/url]

    Rispondi

Scrivi un commento...

Approfondimenti

Funzioni e caratteristiche delle MOZIONI (Art. 43)

La mozione è un atto di indirizzo politico-amministrativo approvato dal Consiglio Comunale con il quale esso:
a) esercita, in relazione alle proprie competenze, un'azione di indirizzo politico dell’attività del Sindaco e della Giunta;
b) impegna il Sindaco e la Giunta ad adottare atti o iniziative che rientrino nella loro competenza amministrativa.
c) esprime posizioni e giudizi relativamente a problematiche di competenza comunale e all'attività svolta dal Comune direttamente o mediante altri enti e soggetti;
d) organizza la propria attività, assume decisioni in ordine al proprio funzionamento e alle proprie iniziative e stabilisce impegni per l'azione delle Commissioni e della Presidenza;
e) disciplina procedure e stabilisce adempimenti dell'Amministrazione nei confronti del Consiglio affinché esso possa esercitare efficacemente le proprie funzioni;
f) assume tutte le decisioni che lo Statuto e i Regolamenti prescrivono siano adottate in tale forma.

Contenuto e forma degli ORDINI DEL GIORNO (Art. 48)

L’ordine del giorno è l’atto approvato dal Consiglio Comunale con il quale esso esprime la propria posizione o formula proposte e richieste su questioni di rilevante interesse pubblico esulanti la competenza amministrativa del Comune

 

Contenuto, forma e presentazione delle INTERROGAZIONI (Art.55)

L’interrogazione consiste nella semplice domanda rivolta al Sindaco in forma scritta,
sottoscritta da uno o più Consiglieri Comunali, volta a conoscere:
a) se il fatto illustrato sia vero;
b) se dello stesso siano stati informati il Sindaco e la Giunta;
c) se, nel caso l’informazione sia esatta, risultino adottati o stiano per adottarsi provvedimenti
in proposito;
d) se si intendano comunicare al Consiglio fatti o documenti necessari per la trattazione di un
argomento o dare informazioni o spiegazioni sull’attività dell’Amministrazione.

Funzioni, caratteristiche e presentazione delle INTERPELLANZE (Art.57)

L’interpellanza consiste nella domanda rivolta al Sindaco in forma scritta, sottoscritta da uno o più Consiglieri Comunali, volta a conoscere i motivi e gli intendimenti della condotta dell’Amministrazione su un determinato argomento.

Movimento 5 Stelle Alessandria - e-mail: staff@alessandria5stelle.it telefono: +39 3317007970 (scrivici un sms per essere ricontattato)